LA VITA DEL RISTORANTE

LA VITA DEL RISTORANTE

Non perderti le nostre visite ai produttori locali, alle cantine e la sperimentazione della nostra cucina.


23-07-2021

Il Medeghino della Baia

Il salame del Pirata di Musso

Non solo un ristorante di pesce.

In cucina ciò che guida la scelta dei piatti anche per il menù di terra è la ricerca di qualità nella materia prima e sempre con attenzione alla provenienza dei prodotti. Chi ha assaggiato la nostra cucina di terra lo sa bene. Il Risotto Ribelle e i nostri Pizzoccheri con lo Storico Ribelle, i tagli di carne selezionati per le tagliate… e gli sciatt!

Gli Sciatt sono l’antipasto di terra più gettonato dai nostri clienti e da qualche tempo lo serviamo con una prelibatezza in più!

Il salame del pirata di Musso, il Medeghino!

È un insaccato preparato con una vecchia ricetta risalente ai primi anni del ‘500. Sembra che Gian Giacomo Medici la fece preparare appositamente dai macellai di Dongo per servire il suo castello in Alto Lago di Como.

Il condottiero milanese fece infatti della Rocca di Musso la sua base militare da cui partire per le sue conquiste contro i soldati svizzeri dei Grigioni. Furono anni di dure battaglie navali e terrestri in tutto il Lago di Como. Prima a Lecco, che rimase assediata per lungo tempo, salendo poi in Val d'Intelvi, poi nelle Tre Pievi a Sorico, Gravedona e Dongo, e fino a Chiavenna e in Valtellina.

Instaurato il suo potere in queste zone, poteva presidiare tutta la zona dell’Alto Lago dalla sua fortezza arrampicata sulla parte più bassa del monte Bregagno.

Ma le sue conquiste belliche nei confronti dei Grigioni e delle Leghe Grigie sembravano ai contemporanei più un’attività piratesca per cui il Medeghino fu anche soprannominato “il Pirata di Musso”. Aveva infatti a disposizione oltre dieci navi che veleggiavano sulle acque del lago tra cui una Caravella, chiamata Il Brigantino, molto simile a quelle utilizzate da Cristoforo Colombo per la sua impresa verso le Americhe.

Di certo i suoi modi non erano dei più nobili, ma con la sua forza in poco tempo riuscì a radunare un esercito di mercenari che presidiavano la zona del Lago di Como in roccaforti sparse sul territorio e sulle navi che incutevano un certo timore agli svizzeri.

Per mantenere quell’esercito, al Medeghino serviva un continuo approvvigionamento di viveri e per sfamare i suoi uomini si dedicò a continue razzie sul territorio rubando in continuazione ai produttori locali un po’ d’ovunque.

Sembra che obbligò i macellai di Dongo a produrre per lui carni e insaccati per il castello. In particolare, il pirata andava matto per un certo tipo di salame, particolarmente saporito e di dimensioni ridotte che usava mangiare in un paio di bocconi senza nemmeno levare la pelle.

Questo salame prese ben presto il nome del pirata e venne chiamato Medeghino.

Questa è l’origine del salame che accompagna i nostri Sciatt. Oggi, Dino Mazzucchi, che già cura la preparazione del "Culatello Oro di Dongo" che utiliziamo per una delle nostre pizze gourmet, lo produce in esclusiva per il Ristorante La Baia® nella sua macelleria di Dongo.

Abbiamo chiesto alla Macelleria Mazzucchi di riprendere per noi questa ricetta perché apprezziamo particolarmente la cura utilizzata nel lavorare la materia prima senza ricorrere a ingredienti chimici o a trattamenti conservarti di origine non naturale.

Il salame Medeghino servito alla Baia, mantiene le sue origini storiche e la produzione locale donghese… ma senza la minaccia incombente della spada del pirata De Medici.

 

- Alessandro

ORARI

TUTTI I GIORNI


12:00 – 14:30

18:00 – 22:00

Newsletter

Non perderti le ultime novità, le nuove ricette
e i nostri eventi in riva al lago.
Oltre 9000 buongustai e amanti
del Lago di Como sono già iscritti